Mi chiamo Letizia,

e inizio con il dirvi che è da poco che ho intrapreso il mio nuovo cammino con Gesù.

Non è stato subito  facile; timidezza, timore, vergogna nel cercare l’aiuto di Gesù, con il gruppo delle Pie donne che mi fa da guida nella preghiera.

La mia fame e sete di Gesù doveva compiersi in me. In passato avevo già avuto testimonianza da una mia amica d’infanzia, Lui, Gesù, con il suo amore misericordioso l’aveva guarita da una brutta depressione e guarita nello spirito. L’amore e il cambiamento in lei mi aveva dato la spinta iniziale. Nei primi incontri, per la maggior parte del tempo ascoltavo soprattutto le loro suppliche e preghiere spontanee, quando venne poi il mio turno pregai per loro, credendomi non così bisognosa come loro.  

Mi sbagliavo, non ero cosciente ancora che Gesù stava già operando dentro di me. Sentivo risvegliare nel mio cuore quei dolori e sofferenze che avevo solo emarginato: la separazione dei miei genitori, due mesi dopo essermi sposata, ma ancora più viva e grande la perdita in un incidente stradale di mio fratello, che avvenne nel momento in cui la gioia doveva essere nel pieno, la nascita del mio primo figlio.

Sentimenti di rabbia ed ira, sfogati a volte con le stesse persone che amo, avevano assopito ed indurito il mio cuore.           

Un piccolo cambiamento è avvenuto in me, con l’aiuto costante di Lui ho capito il male che incoscientemente avevo fatto a queste persone. Oggi ringrazio Lui per avermi messo di fronte a questi errori, imparando che senza la sua guida siamo facili a cadere.

Saranno ancora molte le cose e i difetti che mi farà conoscere, ma con il Suo aiuto sono sicura che riuscirò.

Mercoledì 10 giugno 2009

Letizia