Ciao, sono Stefania,

ho 35 anni. Oggi scrivo queste poche righe, poiché due anni fa ho iniziato ad andare al “gruppo”, dapprima nei mercoledì poi anche nei venerdì. Esso è guidato da Anna. Lei, in passato, è stata l’unica persona a darmi un aiuto e delle risposte, mettendo pace alla mia anima tormentata, poiché la mia storia d’amore, durata sette anni, era finita senza un motivo preciso. Ricordo che eravamo sedute in Chiesa, in silenzio, e lei, accortasi del mio tormento, mi disse: “Immagina che la vostra vita sia una ferrovia, tu su di un binario e lui sull’altro. Crescendo, semplicemente  non siete andati più in parallelo, ma vi siete divisi… Fai una preghiera alla Madonna e vedrai che tutto si sistemerà”.

E veramente la mia vita cambiò, anche se purtroppo non per molto, poiché non seguivo nessun “percorso” e rimanevo allo sbaraglio...

Ho avuto varie convivenze, finite sempre male. Ho cambiato molti lavori perché nessuno mi soddisfaceva.

Alternavo momenti felici all’infelicità più nera. Ero sempre alla ricerca di qualcosa ma non sapevo “cosa”.

Il mio più grande desiderio era di sposarmi e crearmi una famiglia, ma non con una persona qualsiasi, come era sempre stato; desideravo l’uomo dei miei sogni, e per questo avevo iniziato a fare delle preghiere, “Le Orazioni di S. Brigida”. Quattro anni di preghiere e nessuna risposta, fin quando, per aiutare Francesca, una mia amica che non conosceva la strada per raggiungere il “gruppo”, decisi di accompagnarla… Quel giorno iniziò la mia “Rinascita”.

Ho capito che non ero più sola con tutti i miei problemi, che molte persone condividevano le stesse mie paure, che non ero l’unica “peccatrice e imperfetta”. Avevo trovato una “perla preziosa”, qualcuno con cui condividere tutto ciò. E tutti mi ascoltavano, mi aiutavano.

Con “semplici” parole comprendevo ora il Vangelo, e tante cose incomprensibili iniziarono ad avere un senso.

Avevo tanto pregato per avere (Chiedi e ti sarà dato…) ma da sola; ora eravamo in tanti e tutti uniti alla ricerca della pace e della serenità mai trovate; ognuno con le proprie richieste ma pronti a donarsi per  “AVERE”. Era tutto a portata di mano ma non l’avevo mai afferrato perché non lo conoscevo...

Dopo neanche un anno che frequentavo il gruppo ho incontrato l’uomo della mia vita. Un caso? No davvero! Troppe “coincidenze” che non sono tali: un disegno troppo grande che non ci è concesso comprendere a pieno ma che si vive giorno per giorno.

Ci siamo sposati, prima in Comune poi in Chiesa, nonostante lui non creda nella Religione Cattolica; ha voluto concedermi la gioia della Benedizione di Dio che tanto desideravo .

Ho sempre paure, dubbi, incertezze. Commetto errori e pecco, ma ringrazio Dio Che ogni volta mi riprende e mi rialza. Oggi non sono più sola. Prego continuamente e non soltanto da sola,  ma anche insieme agli altri, a tutti coloro che frequentano il gruppo.

Sto capendo, attraverso le spiegazioni del Vangelo che si fanno durante i nostri incontri, che Dio è grandioso e che ogni giorno abbiamo la possibilità di fare il  Bene o il Male attraverso il “Libero Arbitrio”. Soprattutto ho compreso che le parole del Vangelo sono ATTUALI e REALI nella vita di tutti i giorni.

Ringrazio per quel giorno che sono “approdata” al gruppo.

È difficile non commettere peccati ma ho tanta buona volontà, perché ho capito che senza Dio NON POSSO nulla. Ho bisogno di Lui per vivere. E non devo far nulla, basta lasciarsi andare  ed affidarsi a Lui, anche quando non si comprende il “perché” di alcuni eventi: “Non si muove foglia che Dio non voglia!”

Vi auguro di trovare la felicità e la pace che sto provando.

Mercoledì 10 giugno 2009.

Stefania.